FATTURAZIONE ELETTRONICA

27 settembre, 2018 / Categorie: Contabilità / Tag:,

La legge di bilancio 2018 ha previsto che a decorrere dal 1°gennaio 2019 per le operazioni eseguite tra soggetti passivi IVA residenti, stabiliti o identificati in Italia, sarà obbligatoria l’emissione della la fattura elettronica sia per le cessioni di beni  e prestazioni nei confronti di soggetti passivi Iva (cosiddette operazioni B2B, ovvero business to business) sia per quelle effettuate nei confronti dei consumatori finali (B2C, cioè business to consumer).

Successivamente la circolare 2 luglio 2018, n. 13/E ha previsto che  i soggetti meramente identificati ai fini Iva in Italia, e non ivi stabiliti non sono obbligati ad emettere fattura elettronica, mentre possono essere destinatari di fatture elettroniche, purché sia assicurata loro la possibilità di ottenere su richiesta copia cartacea della fattura.

Sempre la circolare 13/E ha precisato che le operazioni  effettuate e ricevute nei confronti dei soggetti comunitari ed extracomunitari, nonché nei confronti di coloro che risiedono nei Comuni di Livigno e di Campione d’Italia non rientrano nell’obbligo di emissione di fattura elettronica.

Per quanto riguarda le operazioni nei confronti dei consumatori finali (operazioni B2C) la fattura elettronica dovrà essere emessa sempre qualora ricorre l’obbligo di emissione della fattura, mentre qualora non fosse presente tale obbligo si continuerà ad utilizzare lo scontrino o la ricevuta fiscale ( a meno che il cliente non richieda l’emissione della fattura).

L’entrata in vigore dell’ obbligo della fattura elettronica era stato anticipato al 1° luglio 2018 per le fatture emesse per le cessioni di benzina o gasolio utilizzate come carburanti per motori e per le prestazioni rese da soggetti subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese nell’ambito dei contratti di appalto di lavori, servizi o forniture stipulati con una pubblica amministrazione.

Il D.L. 79/2018 però ha posticipato la decorrenza al 1° gennaio 2019 dell’obbligo della fattura elettronica per le cessioni di carburante per autotrazione da parte degli esercenti gli impianti di distribuzione stradale, mentre rimane anticipata al 1 ° luglio 2018 la decorrenza per le operazioni  relative alle fasi precedenti della filiera.

Per quanto riguarda invece le suddette prestazioni rese da soggetti subappaltatori e subcontraenti nei confronti della pubblica amministrazione la decorrenza dell’obbligo di emissione della fatture elettronica rimane  al 1° luglio 2018.

Si ricorda che come specificato dalla CM n.8/E/2018 sono esclusi dall’obbligo di emissione della fattura elettronica i contribuenti che rientrano nel regime dei minimi (di cui al D.L. n. 98/2011) nonché nel regime forfetario (di cui alla Legge n. 190/2014).

Share